Renault Veicoli Commerciali: la prova delle versioni X-Track

Renault offre una gamma completa di veicoli commerciali che include, oltre alle versioni a mobilità elettrica, due soluzioni di mobilità rinforzata per l’uso in condizioni difficili. Tutti i modelli possono essere scelti con la tecnologia X-Track, mentre il Master è disponibile anche con la trazione 4×4.

TECNOLOGIA X-TRACK, UN’ALTERNATIVA AL 4X4

Come sappiamo la trazione 4×4 è la soluzione migliore quando si tratta di spostarsi in condizioni di scarsa di scarsa aderenza. È anche vero, però, che incide sul costo del veicolo, e soprattutto sulla sua efficienza: il peso in più e gli attriti meccanici fanno aumentare i consumi.

Renault Veicoli Commerciali ha pensato quindi a una soluzione per offrire una migliore trazione senza dover ricorrere alla trazione integrale, il sistema di motricità rinforzata X-Track.

COME FUNZIONA IL SISTEMA X-TRACK

La soluzione di motricità rinforzata X-Track, disponibile sui modelli Kangoo, Trafic e Master, prevede la sola trazione anteriore ma con differenziale meccanico che ripartisce la coppia motrice alla ruota con più aderenza, fino a un massimo del 75% per ruota.

La gamma di veicoli commerciali Renault prevede anche l’Extended Grip, disponibile anche su alcune vetture del brand. Si tratta di un dispositivo elettronico che permette di recuperare motricità attraverso l’uso dell’ABS che pinza la ruota con meno motricità. È meno efficace del sistema X-Track e nell’uso intensivo comporta un consumo prematuro delle pastiglie dei freni.

Il sistema X-Track pesa solo 60 kg (quasi ininfluenti su un veicolo commerciale), e non incide sui consumi del veicolo. Insomma, l’efficienza è la medesima dello stesso veicolo a trazione anteriore senza differenziale.

Oltre al differenziale meccanico, utile sui terreni fangosi di un cantiere o sulla neve, i veicoli commerciali Renault X-Track sono dotati di una protezione sottoscocca in acciaio inox ancorata al telaio. Il veicolo, per capirci, potrebbe appoggiarsi sulla protezione senza danneggiare il motore.

Infine, la gamma di veicoli commerciali Renault prevede pneumatici M+S e presenta un assetto rialzato. La maggiore luce a terra permette di affrontare più facilmente percorsi fuori dall’asfalto.

LA PROVA NELLA CAVA di KANGOO, TRAFIC E MASTER X-TRACK

Abbiamo messo alla prova in un percorso difficile all’interno di una cava di Verona il Kangoo, il Trafic e il Master con sistema X-Track e siamo rimasti stupidi nella facilità in cui sono riusciti a superare piccoli guadi, terreni sabbiosi e salite – anche piuttosto ripide – con fondo ghiaioso.

Prima di addentrarsi in percorsi difficili è sufficiente premere un pulsante per attivare il sistema X-Track: l’ESP si disattiva e il differenziale meccanico fa la differenza tra il rimanere impantanati o superare l’ostacolo. Se non si usa il veicolo in condizioni particolarmente difficili, perché scegliere la trazione 4×4?

RENAULT MASTER 4X4

L’unico veicolo commerciale della gamma Renault con la trazione 4×4 è il Master. È disponibile – ricordiamolo – anche a trazione anteriore, con il sistema Extended Grip e con sistema di trazione X-Track.

Il Renault Master 4×4 è perfetto per i cantieri più difficili con terreni fangosi, per i luoghi montani dove nevica spesso, per gli agricoltori. Ma anche per le forze dell’ordine, per le ambulanze e per tutti i lavoratori che ne fanno un uso in luoghi impervi.

Il Renault Master 4×4 ha un assetto ulteriormente rialzato rispetto al master X-Track (+65 mm all’anteriore e 45 mm al posteriore contro i più 30 mm dell’X-Track), quindi la luce a terra è superiore. Seppur gli angoli d’attacco e d’uscita non siano molto elevati, soprattutto sulle versioni a passo lungo. La protezione del motore in acciaio inox, anche in questo caso ancorata al telaio, è forata per raffreddare il motore. Gli pneumatici sono M+S.

La trazione integrale del Renault Master 4×4 è di tipo inseribile, e prevede anche le marce ridotte. Va quindi inserita per trarsi d’impaccio nelle situazioni difficili, e va disattivata in tutte le altre condizioni di marcia. La ripartizione della coppia tra asse anteriore e asse posteriore è 50/50.