Prova su strada Mercedes Citan Tourer 111 CDI

Ecco un’alternativa interessante a un classica auto compatta per famiglie: il Mercedes Citan offre uno spazio enorme a fronte di dimensioni da station wagon compatta, ha un abitacolo accogliente e il motore 1.5 diesel di derivazione Renault è brillante e consuma poco. Certo, le finiture non sono all’altezza delle vetture della Stella, ma in quanto a versatilità non ha paragoni e il suo prezzo è decisamene più contenuto.

Il furgoncino per la famiglia

Disponibile per il trasporto di merci (N1) o per quello di persone (M1), il Mercedes Citan svolge molto bene il ruolo di “Small Van”, ovvero di furgone compatto. Con una lunghezza di 432 cm e una larghezza di 183 cm si districa bene anche nell’ambiente urbano, dove si distingue per l’ottima visibilità e per il raggio di sterzata ridotto (circa 11 metri), ma una volta a bordo si ha una sensazione di spazio ineguagliabile da una normale vettura, che si tratti di una monovolume, di una piccola SUV o di una station wagon.

Merito dell’altezza di 1,83 metri, che regala una grande ariosità accentuata dai due tetti apribili anteriori e dal tetto panoramico posteriore, e dell’ottimo sfruttamento degli spazi. La seduta posteriore è enorme per quanto riguarda gambe e testa, e con i tavolini ribaltabili ancorati agli schienali dei sedili anteriori è possibile lavorare o giocare durante il viaggio. Un bel valore aggiunto per tenere a bada i bambini nei lunghi spostamenti.

Interni e infotainment del Mercedes Citan

Rispetto al Renault Kangoo dal quale deriva, il Mercedes Citan ha un abitacolo più curato e sedili con rivestimenti più pregiati, il volante rivestito in pelle e i comandi prodotti dalla Casa di Stoccarda, ma la plancia è realizzata completamente con plastiche rigide e l’autoradio con navigatore GPS che mostra le mappe nel minuscolo display lascia a desiderare.

D’altra parte stiamo parlando di un mezzo funzionale e robusto, in listino con prezzi più contenuti rispetto alla gamma di vetture della Stella. Apprezzabile, infine, la telecamera posteriore che proietta nello specchietto retrovisore centrale: la schermata che compare non appena si inserisce la retromarcia è piccola ma ben definita e molto utile.

Lo spazio per i bagagli

Se poi dovesse servire trasportare qualcosa di ingombrante, il Mercedes Citan si presta all’occasione con un bagagliaio generoso (da 685 a 3.000 litri), dalla soglia bassa e molto sfruttabile. Ribaltando la panca posteriore e il sedile anteriore del passeggero anteriore è possibile trasportare oggetti lunghi fino a 2,8 metri.

Le due porte laterali scorrevoli facilitano le operazioni di carico, e l’accesso dei passeggeri risulta particolarmente confortevole, soprattutto quando lo spazio disponibile – magari in un parcheggio a lisca di pesce – non è molto. Il Mercedes Citan in prova ha un grosso portellone con apertura a 90° (come quello delle vetture), in alternativa si può avere con l’apertura a due battenti.

Prestazioni e consumi del Mercedes Citan 111 CDI

L’unità da 1.5 litri Renault montata dal Mercedes Citan 111 CDI è super-collaudata: viene sfruttata, oltre che dai veicoli commerciali e dalle vetture del gruppo PSA, anche dalla famiglia di compatte Mercedes e dall’Infiniti Q30, che a sua volta sfrutta il pianale delle compatte Mercedes. Rispetto al Renault Kangoo Express Maxi che monta la stessa unità, qui il rumore è più contenuto. Merito certamente di una insonorizzazione più curata, che tiene fuori dall’abitacolo anche il rumore di rotolamento degli pneumatici e garantisce viaggi con un buon livello di comfort.

Le prestazioni sono brillanti nonostante la cubatura contenuta. Il Mercedes Citan Tourer 111 CDI raggiunge i 170 km/h di velocità massima e la ripresa è buona anche nelle marce alte grazie ai rapporti del cambio piuttosto corti, a parte la sesta di riposo che mantiene il motore a bassi regimi in autostrada. Numeri a parte, il Citan è brioso e maneggevole, e su strada si dimostra agile e sempre sicuro.

Molto bassi i consumi: la Casa dichiara una percorrenza media di oltre 23 km/l, un dato difficilmente riscontrabile nell’uso reale ma al quale ci si può avvicinare nell’uso extraurbano. In media, durante la nostra prova su strada, il Citan Tourer 111 CDI ha percorso più di 18 km/l. I costi di gestione sono contenuti, oltre che per i consumi, anche per gli intervalli di manutenzione, previsti ogni 40.000 chilometri.

I prezzi del Mercedes Citan Tourer 111 CDI

I due allestimenti ne determinano la dotazione di serie e quindi il prezzo di listino. Alla base della gamma c’è il Citan Tourer 111 CDI Pro in listino a 22.224 euro IVA inclusa che prevede l’airbag per il conducente, quello per il passeggero, il Thoraxbag e il Windobag, quattro freni a disco, il sistema di assistenza in fase di spunto, la predisposizione per la radio, gli specchi retrovisori esterni regolabili manualmente dallʼinterno, i cristalli elettrici anteriori, la panca posteriore ribaltabile e regolabile, e il pacchetto BlueEFFICIENCY.

Al top della gamma c’è il Citan Tourer 111 CDI Select che aggiunge alla dotazione del Citan Tourer 111 CDI Pro gli specchi esterni riscaldati e regolabili elettricamente, il vano portaoggetti nel pavimento del vano passeggeri, il climatizzatore manuale, il sistema Parktronic, il computer di bordo, l’indicatore della temperatura esterna, i fendinebbia, gli specchietti e paraurti in tinta con la carrozzeria, la moquette nel vano passeggeri e bagagli, il copri-bagagliaio, e i cerchi in lega da 15”.