Renault Alaskan, la prova su strada del pick-up francese

Il Renault Alaksan è il primo pick-up della Casa automobilistica francese. Sotto le eleganti lamiere tornite secondo uno stile chiamato dalla Casa french design, che fa riferimento alle vetture della Losanga, si nasconde la meccanica del Nissan Navara, il pick-up giapponese scelto come base anche per il Mercedes Classe X. Una garanzia in quanto a robustezza, doti di carico e capacità in fuoristrada. Di alto livello il comfort, grazie anche ad equipaggiamenti da automobile moderna.

LE DIMENSIONI? OLTRE 50 CM IN PIÙ DI UNA ESPACE

In quanto a dimensioni, il pick-up Renault non manca certo di imponenza. È lungo 5,4 metri (oltre mezzo metro in più di una Espace) largo 1,85 e alto 1,81. Si sale letteralmente a bordo, e si domina la strada, tanto che si guardano i proprietari di “normali” SUV dall’alto verso il basso.

Il Renault Alaskan è disponibile solo nella versione con carrozzeria a doppia cabina con 5 posti. Dietro si sta seduti ancora più in alto, forse fin troppo, perché lo spazio in altezza non è tanto e chi è molto alto tocca la testa con il soffitto.

UN ABITACOLO QUASI AUTOMOBILISTICO

Gli interni del pick-up giapponese e di quello francese sono sostanzialmente identici, dalla strumentazione al sistema multimediale (che non supporta né Android Auto né Apple CarPlay). Le differenze rispetto a una SUV ci sono, inutile negarlo. Il volante, ad esempio, non è regolabile in profondità, la plancia è realizzata in plastiche rigide, e le finiture non sono certo all’altezza di una Koleos, tanto per restare in famiglia.

Ma se confrontiamo il Renault Alaskan con un furgone, ne esce molto bene. Negli allestimenti di alta gamma la dotazione è ricca, al livello di un’automobile. Troviamo, ad esempio, la chiave elettronica, il climatizzatore automatico bi-zona, i sedili in pelle riscaldabili, uno schermo touch da 7 pollici con navigatore GPS e il cruise control.

IL CARICO NON LO SPAVENTA

Il cassone del Renault Alaskan è lungo quasi 1,58 metri e largo 1,56; l’altezza delle sponde raggiunge i 47,4 centimetri e la portata è di 960 kg. Di serie su alcuni allestimenti ci sono dei ganci mobili di metallo per fissare il carico. La capacità di traino invece è di 3,5 tonnellate con rimorchio frenato. Due dati per i professionisti più attenti al volume: la superficie del cassone è di 2,46 metri quadri, mentre il volume utile del cassone è di 1,17 metri cubi.

RENAULT ALASKAN: IL TEST SU STRADA

Il telaio del Renault Alaskan è un robusto “traverse e longheroni”, nato per essere resistente in off-road e con carichi elevati. Un telaio da fuoristrada di razza, e con un’altezza da terra notevole: l’angolo d’attacco e di uscita misurano rispettivamente di 30° e 27°. Di contro, però, rivela qualche limite nell’uso su strada a causa della bassa rigidità torsionale.

Tradotto si guida bene per essere un autocarro, ma non siamo certo al livello di una SUV. Questo vale per tutti i miglior pick-up, perché tra il telaio a longheroni, il peso, e il baricentro alto, l’agilità tra le curve non è proprio il suo forte.

Il motore 2.3 turbodiesel da 190 CV con cambio automatico a 7 marce e trazione integrale inseribile con ridotte spinge forte, e sia in ripresa sia in velocità non delude nonostante il peso di circa 2 tonnellate. Nonostante la stazza, l’Alaskan raggiunge i 180 km/h di velocità massima, mentre in termini di consumo la Casa dichiara 14,5 km/l. Un valore forse ottimista, raggiungibile senza carico in strade extraurbane, ma neppure troppo lontano da quello reale.

Il comfort invece non è niente male. Quando la strada è dissestata si sente qualche scossone, ma molto meno rispetto a quanto si sentirebbe con i pick-up dotati di balestre al posteriore. Sull’Alaskan invece c’è un sistema multilink che migliora non poco il comfort. Anche l’abitacolo, pur essendo essenziale, offre equipaggiamenti in grado di coccolare i suoi passeggeri, come ad esempio i sedili in pelle riscaldabili e la telecamera a 360°, molto utile per fare manovre senza patemi. Il volante che non si regola in profondità invece non è il massimo dal punto di vista dell’ergonomia.

ATENZIONE AL CODICE DELLA STRADA

Negli USA le tre auto più vendute sono pick-up. In Italia, dove le strade sono più piccole, potrebbe fare al caso di chi ha hobby che richiedono una buona capacità di trasporto, di chi ama l’avventura e, perché no, di chi ama farsi notare.

Attenzione però: anche se acquistato da un privato, quindi senza alcun vantaggio fiscale, un pick-up resta pur sempre un autocarro con immatricolazione N1. Di conseguenza il Codice della Strada non consente di trasportare persone che non siano addette all’uso oppure al carico e allo scarico della merce trasportata nel cassone.

QUANTO COSTA:  PREZZI DEL PICK-UP FRANCESE

Il pick-up Renault è in listino con prezzi che partono da 34.000 euro per la versione 2.3 da 163 CV e ne raggiungono 46.00 euro nella versione top di gamma. Il “nostro” Alaskan 2.3 da 190 CV parte da poco più di 41.000 euro.