Peugeot Partner, guida all’acquisto del nuovo van del Leone

Il Peugeot Partner è un veicolo commerciale rivoluzionario: è il primo van del Leone con l’i-Cockpit, che prevede una posizione di guida ergonomica, caratterizzata da volante con dimensioni ridotte e fondo piatto, strumentazione rialzata e schermo touch del sistema multimediale rivolto verso il guidatore. Ed è anche il primo a sfruttare la piattaforma modulare EMP2, la stessa della Peugeot 3008, per capirci.

In questa guida all’acquisto vi parleremo di dimensioni, capacità di carico, motori, tecnologia e i prezzi del nuovo Peugeot Partner, veicolo premiato recentemente come International Van Of The Year 2019.

DIMENSIONI E CAPACITÀ DI CARICO, LE DUE MISURE

Il Peugeot Partner è disponibile in due dimensioni: quella Standard, con lunghezza di 4,4 metri, e quella Long da 4,75 metri. La capacità di carico del vano varia dai 3,3 ai 3,8 metri cubi per quello corto, e dai 3,9 ai 4,4 metri cubi per quello lungo. Va da sé che anche la versione più compatta è in grado di trasportare due Europallet. Il carico utile, invece, va da 650 a 1.000 chilogrammi.

Il vano posteriore è dotato, di serie, di 6 ganci di fissaggio, ma in opzione se ne possono avere fino ad un massimo di 10. L’accesso è garantito dalle due porte posteriori a battente, a cui si possono aggiungere due porte scorrevoli laterali che agevolano le operazioni di carico e scarico.

Sacrificando un po’ di spazio per il trasporto di merci, il Partner è, per la prima volta, disponibile anche nella variante a doppia cabina, con i sedili della seconda fila ripiegabili per incrementare la capacità di carico quando non vengono utilizzati.

La versione con cabina singola a 3 posti consente di avere una lunghezza utile del vano di carico di 3 metri (Standard) e 3,35 metri (Long) grazie al sedile del passeggero ripiegabile. In questo modo si incrementa il volume di carico di 400 litri, e comunque resta lo spazio per due passeggeri.

Passando al moderno e curato abitacolo, oltre all’innovativo i-Cockpit, che dà una maggiore sensazione di sportività e di controllo, si apprezzano i numerosi vani portaoggetti: sommati tra di loro, raggiungono una capacità di 113 litri.
Basti pensare che il classico cassetto posizionato di fronte al passeggero è in grado di ospitare un PC da 15 pollici.

LE VERSIONI A BENZINA E DIESEL

La gamma Peugeot Partner prevede due versioni a benzina e due diesel. Quelle a benzina sono spinte dall’1.2 PureTech, un 3 cilindri turbo disponibile in due varianti di potenza di 110 e 130 CV, l’ideale se si percorrono meno di 15/20 mila chilometri all’anno e se ci si sposta soprattutto in ambito urbano.

Quelle diesel, più adatte a chi macina tanti chilometri, montano l’1.6 BlueHDi da 75 CV, 100 CV o 130 CV.
La versione più potente a benzina è dotata di serie del cambio automatico a 8 rapporti EAT8, disponibile in opzione anche per quella diesel da 130 CV.

ASPHALT E GRIP, A CIASCUNO IL SUO PARTNER

Il nome delle versioni parla chiaro: quella Asphalt è pensata per chi non mette mai le ruote fuori dall’asfalto, mentre quella Grip, dotata di dispositivo Advanced Grip Control, pneumatici M+S e assetto rialzato, è quella giusta per chi potrebbe incorrere in condizioni di scarsa aderenza, come cantieri, strade sterrate e zone montuose nel periodo invernale. Questa versione, poi, si caratterizza per il piano di carico con capacità estesa a 1.000 kg. Il vano è rivestito in materiale plastico, resistente e facile da pulire, e l’illuminazione è stata potenziata. Di serie anche il sedile anteriore a 3 posti.

Sul Peugeot Partner Asphalt, invece, la dotazione è volta a esaltare il comfort: sedili “comfort”, insonorizzazione potenziata, climatizzatore, impianto audio con schermo touch da 8 pollici, telecamera posteriore, cruise control, sensore crepuscolare, sensore pioggia e freno di stazionamento elettrico.

LA TECNOLOGIA

Il van compatto francese è un concentrato di tecnologia, presente di serie o a richiesta. Quella per la sicurezza comprende la frenata automatica d’emergenza, l’avviso di superamento involontario della carreggiata, il cruise control adattivo, il controllo di stabilità di un eventuale rimorchio, il riconoscimento dei cartelli stradali, il monitoraggio dell’angolo cieco, il rilevamento della stanchezza del guidatore e gli abbaglianti automatici.

Il nuovo Peugeot Partner, inoltre, è equipaggiato con due telecamere volte a ridurre quello che nei furgoni lamierati è il più classico dei problemi: gli angoli ciechi attorno al veicolo. Tale sistema si chiama Surround Rear Vision, e prevede una telecamera sotto lo specchietto retrovisore lato passeggero e l’altra al livello della terza luce dello stop, sopra le due porte posteriori a battente. È possibile dunque avere una visuale chiara e senza “buchi” del lato destro del veicolo e della zona posteriore, oltre alla funzione di visione a distanza.

L’altra grande novità del Partner è l’indice di sovraccarico, che informa l’eventuale superamento della massa consentita, totale e su ciascun asse.

I PREZZI

Il listino prezzi IVA esclusa del Peugeot Partner Furgone parte da 14.380 euro per la versione 1.6 BlueHDi da 75 CV e raggiunge i 21.480 euro per qella 1.6 BlueHDi da 130 CV con cambio automatico EAT8.