Fiat Professional: il Fullback per la Polizia Scientifica

Quindici esemplari di Fiat Fullback saranno utilizzati dalla Polizia Scientifica come veicoli per sopralluoghi complessi su tutto il territorio nazionale. Scopriamo insieme tutte le modifiche apportate al pick-up torinese (gemello del Mitsubishi L200) firmato da Fiat Professional.

IL FIAT FULLBACK PER LA POLIZIA SCIENTIFICA: COSA CAMBIA

Ogni dettaglio della versione del Fiat Fullback realizzata per la Polizia Scientifica è stato studiato per la pronta riconoscibilità e il più efficace intervento sulla scena del crimine.

Derivato dalla versione doppia cabina e dotato della trazione integrale e del motore 2.4 turbodiesel da 150 CV e 380 Nm, presenta numerose modifiche: livrea azzurra della Polizia di Stato, alloggiamenti per il trasporto delle attrezzature e dei materiali necessari ai rilievi biologici chimici, fisici e dattiloscopici, sistema Mercurio per la consultazione delle banche dati, contenitore frigo per garantire la catena di custodia dei reperti, spazio per il gazebo (che viene montato rapidamente in sede di sopralluogo), tecnologia LTE per trasmettere le immagini in sala operativa, radio Selex, dispositivi supplementari di emergenza e faro orientabile.

Il Fiat Fullback per la Polizia Scientifica può inoltre vantare una cellula posteriore applicata al posto del cassone di carico con ampie porte laterali con apertura “a gabbiano”, parte inferiore basculante e – all’interno – un set completo di scaffalature, ripiani e cassettiere, oltre a sistemi di fissaggio e ancoraggio del carico.