Conversione a doppia alimentazione diesel+gas per i veicoli Euro 6d-temp

Ci sono aziende che si occupano di trasformare veicoli diesel in veicoli dual fuel a gasolio e metano. Anche veicoli commerciali.
Tra queste la piemontese Ecomotive Solutions di Serralunga di Crea, in provincia di Alessandria, e la Autogas Italia di Modena. Entrambe hanno ottenuto l’approvazione ministeriale che rende possibile trasformare a gas (con il sistema D-GID LIGHT) anche i veicoli comerciali diesel che rispondono alla normativa antinquinamento Euro 6D-TEMP.

Convertire un veicolo diesel a metano: da oggi si può

Che sia un veicolo commerciale o un’automobile, non cambia: la Ecomotive Solutions e la Autogas Italia del gruppo Holdim possono intervenire sui motori alimentati a gasolio per trasformarli in dual fuel diesel/metano. Per il processo di omologazione è stata utilizzata una Jeep Grand Cherokee 3.0 Multijet 250 CV 4×4.

L’offerta di conversioni Diesel Dual Fuel di Ecomotive Solutions e Autogas Italia (gruppo Holdim) registra un importante passo in avanti. È stata infatti ottenuta l’approvazione ministeriale che rende possibile trasformare a gas con il sistema D-GID LIGHT anche i veicoli diesel immatricolati in conformità della norma Euro 6D-TEMP, che contempla limiti più stringenti nel controllo delle emissioni inquinanti.

La vettura utilizzata per l’omologazione del sistema a doppia alimentazione Diesel/Metano è una Jeep Grand Cherokee 3.0 Multijet 250CV 4X4 Limited: le sue performance sono rimaste inalterate, mentre l’autonomia è salita di 350 km. Le conversioni diesel – dual fuel sono pensate per funzionare con una miscela di diesel e gas, essendo la combustione del motore generata da compressione del gasolio. Il sistema consente di ridurre le iniezioni di gasolio ottenendo dunque una riduzione dei costi di percorrenza (e dunque del TCO, nel caso dei veicoli commerciali).

La Jeep Grand Cherokee 3.0 Multijet 250CV 4X4 Limited con doppia alimentazione Diesel/Metano (sistema D-GID LIGHT Ecomotive Solutions – Autogas Italia)

Diesel e metano o solo diesel: al driver la scelta

Il motore di un veicolo dual fuel può funzionare sia esclusivamente a gasolio sia diesel e metano insieme: si può scegliere attraverso il selettore posizionato sulla plancia del veicolo, a meno che il metano non sia terminato. In tal caso il sistema passa automaticamente a gasolio, in attesa di un rifornimento di gas. I serbatoi del metano hanno una capacità di 13 kg, il costo del pieno è di circa 13 euro e l’autonomia varia in base al tipo di veicolo (dai 350 ai 370 km sulla Grand Cherokee). Sui veicoli commerciali o sui truck è consigliabile installare altri serbatoio per incrementare l’autonomia.

I consumi dopo la trasformazione

Nei test di consumo con la Jeep Grand Cherokee 3.0 250 CV 4×4 effettuati prima dell’installazione dell’impianto a gas, si è resgistrata una percorrenza media di 10/12 km litro su un percorso misto extraurbano e autostradale, mentre nei test Dual il consumo di gasolio è stato di 18/23 km litro. Con il metano si è ottenuta una percorrenza di 19/22 km al kg, dunque la riduzione dei consumi di gasolio si è attestata al 50%.

Questo, ovviamente, è solo un esempio ottenuto con una SUV che, a ben guardare, consuma più di molti veicoli commerciali compatti.

Da gasolio a metano: non solo Euro 6d, non solo auto e veicoli commerciali

La trasformazione di un veicolo a gasolio in uno dual fuel gasolio/metano si può fare non solo su quelli omologati Euro 6D, ma anche Euro 5, Euro 4 ed Euro 3. È fattibile sui veicoli commerciali, sulle auto, sui mezzi pesanti, sui trattori agricoli e sui motori marini, ovviamente con alimentazione a gasolio.

La trasformazione fa perdere un po’ di spazio nel bagagliaio per l’alloggiamento delle bombole, mentre il bocchettone per il rifornimento si può posizionare nel vano motore oppure esterno.

.