Volkswagen I.D. Buzz concept: il ritorno (elettrico) del Bulli

Si chiama I.D. Buzz la protagonista dello stand Volkswagen al Salone di Detroit 2017: questa concept elettrica a guida autonoma anticipa le forme dell’erede del Bulli, il mitico furgone di Wolfsburg.

Volkswagen I.D. Buzz Concept: le dimensioni

Lunghezza di 4,94 metri, larghezza di 1,98 metri e altezza di 1,96 metri: la Volkswagen I.D. Buzz Concept può accogliere otto passeggeri (merito del passo di 3,30 metri) ed è anche molto versatile. I sedili della seconda fila possono essere piegati per formare tavolini e quelli della terza si trasformano in un letto. Senza dimenticare il doppio bagagliaio (un vano posteriore e uno – più piccolo – anteriore).

Volkswagen I.D. Buzz concept: le caratteristiche tecniche

La Volkswagen I.D. Buzz concept mostrata al Salone di Detroit 2017 è realizzata sullo stesso pianale MEB già adottato dalla I.D. Concept opportunamente allungato. Dotata di trazione integrale, monta due motori elettrici – uno per asse – in grado di generare una potenza complessiva di 369 CV.

Le prestazioni? Molto interessanti: la velocità massima è limitata a 159 km/h ma bastano circa 5 secondi per accelerare da 0 a 100 km/h. L’autonomia dichiarata è di 600 km (NEDC, 435 secondo il più realistico ciclo americano) mentre le batterie da 111 kWh sono ricaricabili all’80% in mezz’ora con una presa CCS da 150 kW.

Volkswagen I.D. Buzz concept: la guida autonoma

La Volkswagen I.D. Buzz concept vista a Detroit 2017 non è solo l’erede elettrica del mitico furgone Bulli ma anche la prima MPV a guida autonoma. Quando entra in funzione il sistema I.D. Pilot (che dovrebbe debuttare sui modelli di serie nel 2025) il volante rientra nella plancia (caratterizzata, tra le altre cose, da un tablet estraibile) e i sedili anteriori possono essere ruotati di 180 gradi.