Mercedes Van 4×4: i segreti di Vito Tourer e Sprinter

La gamma Mercedes Van 4×4 è ricca di furgoni a trazione integrale perfetti per i professionisti che hanno bisogno di un mezzo versatile in grado di andare ovunque. Di seguito analizzeremo nel dettaglio tutti i segreti di due veicoli commerciali “off-road” della Stella: le versioni 4×4 del Vito Tourer e dello Sprinter.

Mercedes Vito Tourer 4×4

Il Mercedes Vito Tourer 4×4 è accoppiato ad un motore 2.1 turbodiesel da 190 CV e 440 Nm di coppia e ad un cambio automatico 7G-TRONIC PLUS con convertitore.

A differenza della versione precedente del van della Stella l’altezza resta sempre inferiore all’importante limite di due metri. Rispetto alle varianti a due ruote motrici il peso è aumentato di soli 70 kg: merito del cambio principale e del ripartitore di coppia accoppiati in un unico blocco.

Mercedes Vito Tourer 4×4: la trazione integrale nel dettaglio

La trazione integrale del Mercedes Vito Tourer 4×4 si basa sul sistema di trazione elettronico 4ETS che interagisce con i dispositivi di regolazione della dinamica di marcia ESP e ASR.

Il 4ETS ripartisce la forza sul fondo stradale nel rapporto 45:55 tra gli assi anteriore e posteriore: se una o più ruote perdono l’aderenza al suolo, il 4ETS le frena e trasferisce la forza motrice sulle altre ruote, provviste di buona trazione.

Sul differenziale centrale del Mercedes Vito Tourer 4×4 è applicata una frizione a lamelle a due dischi che genera un’azione bloccante di circa 50 Nm tra gli assi anteriore e posteriore: il pacchetto delle lamelle è sotto precarico permanente.

Quando le ruote slittano, grazie al movimento relativo delle lamelle, su uno dei due assi viene trasmessa una coppia di attrito verso l’asse che ruota più lentamente. Uno spostamento variabile della coppia che migliora la trazione e la stabilità di marcia.

Mercedes Sprinter 4×4

Il Mercedes Sprinter 4×4 – variante a trazione integrale del van della Stella – è disponibile con tre motori turbodiesel: due 2.1 da 129 e 163 CV e un 3.0 V6 da 190 CV. Pesi totali ammessi 3,5 e 5,0 t, passo medio e lungo e tetto normale, alto o extra-alto.

Nelle versioni chiuse il Mercedes Sprinter 4×4 è acquistabile nelle varianti Furgone e Kombi mentre tutti gli autotelai sono comprabili con cabina singola o doppia.

Mercedes Sprinter 4×4: le differenze rispetto alla versione a trazione posteriore

Rispetto al Mercedes Sprinter a trazione posteriore la variante 4×4 ha una carrozzeria più alta di 11 cm davanti e di 8 cm dietro. Lo Sprinter con peso massimo di 3,5 tonnellate ha un angolo di sbalzo anteriore di 28° (contro 18°) mentre posteriormente la versione Furgone con sbalzo corto ha un angolo di 27° (anziché 22°).

Il Mercedes Sprinter 4×4 con passo standard ha un angolo di rampa di 25° (contro i 17° di quello a trazione posteriore) e a seconda della motorizzazione la capacità di superamento delle pendenze è superiore del 20%. La profondità di guado è di 61 cm contro 50.

Data la carrozzeria più alta che porta gli indicatori di direzione supplementari nei retrovisori esterni a trovarsi oltre l’altezza massima fissata per legge il Mercedes Sprinter 4×4 dispone di indicatori di direzione laterali in corrispondenza dei componenti laterali anteriori della carrozzeria. Per lo stesso motivo nelle versioni Furgone e Kombi i retronebbia e i fari di retromarcia sono integrati nel paraurti posteriore.

Il Mercedes Sprinter 4×4 pesa 150 kg in più della corrispondente versione a trazione posteriore e si distingue anche per il serbatoio di 100 litri e per l’accesso alla cabina più alta facilitato dalla presenza di una maniglia di sostegno sia sul lato conducente che sul lato passeggero.

Mercedes Sprinter 4×4: la trazione integrale nel dettaglio

La trazione integrale del Mercedes Sprinter 4×4 è basata sul sistema di controllo elettronico della trazione 4ETS visto anche sul Vito ma è inseribile (a motore acceso fino a 10 km/h di velocità). Nella marcia normale la trazione è posteriore, quando viene inserita la trazione integrale (mediante la semplice pressione di un tasto) la forza motrice viene ripartita tra asse anteriore e posteriore in rapporto 35:65.

A richiesta il Mercedes Sprinter 4×4 può essere dotato di ausilio alla partenza in salita e di ausilio alla marcia in discesa. Quest’ultimo dispositivo, il Downhill Speed Regulation (DSR) viene attivato attraverso un tasto sulla plancia mentre la velocità viene regolata tramite la leva del Tempomat.

Il Mercedes Sprinter 4×4 prevede inoltre tra gli optional il riduttore supplementare “Low Range”. Questo dispositivo – che viene attivato premendo un tasto a veicolo fermo e con motore in funzione, trazione 4×4 attivata e frizione premuta – accorcia il rapporto di trasmissione del 42%. Se il veicolo dispone del sistema DSR questo si attiva automaticamente all’inserimento del rapporto di riduzione.

In alcune situazioni di guida – ad esempio se sono montate le catene o per contrastare il maggiore slittamento su strade coperte di ghiaia – è consigliabile disattivare temporaneamente la regolazione antislittamento ASR premendo l’apposito tasto. Nel range di velocità compreso tra 40 e 60 km/h la funzione ASR viene riattivata automaticamente e lo stesso accade in caso di slittamento eccessivo o dopo dieci secondi in modalità ASR Off.