Ford Transit Custom Hybrid Plug-in: primi test a Londra in attesa del lancio

Il Ford Transit Custom Hybrid Plug-in, versione ibrida plug-in (ossia ricaricabile attraverso una presa di corrente) del furgone dell’Ovale Blu, arriverà ufficialmente sul mercato nel 2019 ma già dall’autunno 2017 alcuni esemplari scorrazzeranno per Londra nell’ambito di un progetto test realizzato dalla Casa statunitense in collaborazione con l’azienda per la mobilità Transport for London.

Tutto grazie al supporto finanziario (attraverso una sovvenzione di 5,4 milioni di euro) dell’ente governativo Advanced Propulsion Centre.

Per dodici mesi 20 esemplari del Ford Transit Custom Hybrid Plug-in saranno affidati ad alcune attività lavorative londinesi al fine di valutare l’impatto ambientale di veicoli commerciali ecologici in una città nella quale ogni giorno i mezzi da lavoro effettuano circa 280 mila viaggi e percorrono oltre 13 milioni di km coprendo il 75% del traffico relativo al trasporto di beni.

Ford Transit Custom Hybrid Plug-in: le dichiarazioni delle autorità

Ford che detiene la leadership come 1° costruttore di veicoli commerciali in Europa, ora, ha rivolto il proprio sguardo all’elettrificazione. La collaborazione con i partner londinesi ci permetterà anche di sviluppare nuovi software e tecnologie di connettività per migliorare la qualità della vita nelle realtà urbane congestionate, riducendo emissioni e costi”, ha commentato Jim Farley, President e CEO, Ford Europa.

Questo tipo di partnership è la dimostrazione della trasformazione dell’azienda, che sta affiancando al proprio tradizionale ruolo di costruttore d’auto quello di provider di servizi di mobilità. C’è molto lavoro da fare, ma tanto è anche l’entusiasmo per questa incredibile opportunità”.

Nel settore del trasporto merci, la transizione verso l’utilizzo di veicoli a emissioni ridotte è fondamentale per ripulire l’aria inquinata di Londra”, ha commentato Sadiq Khan, Sindaco di Londra.

Transport for London continua a dare l’esempio grazie all’aumento di veicoli elettrificati nella propria flotta, e i dati che verranno raccolti durante la sperimentazione saranno, certamente, una risorsa inestimabile per LoCITY, il programma che incoraggia la diffusione di mezzi a basse emissioni per il trasporto commerciale”.