Ford Tourneo Custom: ora è anche mild hybrid

La gamma motori del Ford Tourneo Custom ha beneficiato di alcune novità importanti: la variante destinata al trasporto passeggeri (6, 8 o 9 posti) del Transit Custom è ora disponibile con una versione più potente (185 CV e 415 Nm di coppia) e con una più ecologica (mild hybrid).

“L’ultima generazione di Tourneo Custom si è dimostrata un successo incessante, apprezzata dai clienti più diversi come i servizi di shuttle executive, le famiglie numerose e i viaggiatori del fine settimana”, ha dichiarato Hans Schep, General Manager, Commercial Vehicles, Ford of Europe. “Adesso, con l’introduzione del motore 2.0 EcoBlue sarà ancora più potente ed efficiente nei consumi, mentre le varianti EcoBlue Hybrid ridurranno ulteriormente i costi di gestione rendendolo ancora più interessante”.

Cosa cambia nei motori

I nuovi motori turbodiesel 2.0 EcoBlue da 105, 130 e 185 CV adottati dal Ford Tourneo Custom presentano un design rinnovato del turbocompressore a bassa inerzia (che consente di ottenere una maggiore diffusione della potenza su una gamma di regimi più ampia) e il picco di pressione dell’iniezione innalzato a 2.200 bar che permette di avere una combustione più efficiente.

Ford Tourneo Custom: le novità della versione mild hybrid

La versione mHEV mild hybrid del Ford Tourneo Custom – disponibile in abbinamento ai motori 2.0 turbodiesel EcoBlue da 105 e 185 CV e al cambio manuale – monta una batteria per accumulo di energia da 48 volt che garantisce una riduzione dei consumi pari al 3%. Una soluzione tecnica introdotta per la prima volta in questo segmento.

Tecnologia e sicurezza

Tra le altre novità introdotte dal Ford Tourneo Custom segnaliamo il modem FordPass Connect (connettività Wi-Fi fino a un massimo di 10 dispositivi) sui modelli con touch-screen e una dotazione di sicurezza più ricca. Qualche esempio? Blind Spot Information System with Trailer Tow system (sistema di monitoraggio dell’angolo cieco con controllo del rimorchio che copre il veicolo più un rimorchio lungo fino a 10 metri), cruise control adattivo che sfrutta il riconoscimento dei segnali stradali per aiutare i conducenti a rispettare i limiti di velocità, Lane-Keeping Aid (che monitora in anticipo i segnali stradali e supporta attivamente il guidatore per guidare in sicurezza il veicolo nella corsia di appartenenza), Active Park Assist (manovre di parcheggio automatizzate sia in parallelo sia in perpendicolare mentre il conducente controlla l’acceleratore e i freni) e Pre-Collision Assist con Pedestrian Detection (in grado di rilevare pedoni presenti sulla strada o che potrebbero attraversare nella traiettoria del veicolo).